Ogni Domenica noi facciamo il nostro pellegrinaggio, forse breve geograficamente, ma di enorme significato spirituale, quando usciamo dalle nostre case, deponiamo le nostre occupazioni feriali, respingiamo la tentazione di essere padroni del nostro tempo e di risolvere tutto con i nostri mezzi e ci mettiamo in cammino verso la chiesa, per fare esodo insieme ed incontrare il Signore morto e risorto.

         Ma altri pellegrinaggi possono aiutare la nostra fede.

         L'ostensione della Sacra Sindone è un evento che ci aiuta a riflettere sulla passione, morte e risurrezione di Gesù, associandola alla passione degli uomini del nostro tempo, che in tante parti del mondo subiscono guerra, fame, schiavitù, persecuzione; ma considerandola anche nel vicino, dove tanti patiscono nel loro corpo e nel loro spirito. Basta pensare alle malattie, alla solitudine, alla depressione, allo scoraggiamento, alle cadute di speranza; a non sentirsi importanti e realizzati, ma insignificanti e frustrati... La passione di Gesù diventa un antidoto e un aiuto a portare le nostre croci.

         Anche il pellegrinaggio sui luoghi di San Giovanni Bosco può aiutare la nostra fede. Proprio quest'anno ricordiamo la sua nascita avvenuta duecento anni fa'. Don Bosco resta un modello per tutti. Oggi cerchiamo modelli nel mondo dello sport o dello spettacolo, della scienza e dell'economia, ma, quanto a fede, siamo orfani. Guardare a don Bosco, a Domenico Savio, a Pier Giorgio Frassati e ad altri fa bene. Fa bene al cuore e all'anima.

         Vi auguro di poter cogliere questa occasione. Lo auguro soprattutto ai giovani e alle giovani famiglie!

         Con affetto

> Leggi: Programma e note tecniche