La pagina del Parroco

AnnoCatechisticoCarissimi genitori,

è importante che i nostri figli non siano lasciati soli nel loro cammino di formazione alla fede. Per questo, oltre alle tante occasioni che la Parrocchia offre, vi proponiamo alcuni momenti specifici di incontro. Non saranno molti, proprio perché non vogliamo stancare nessuno, sapendo quant'è impegnativa la vita d'una famiglia. Abbiamo solo il desiderio di condividere e di aiutare, consapevoli che è anche tanto bello ritrovarsi insieme per fare comunione, comunità.

Le date degli incontri vi saranno comunicate per tempo di volta in volta. Intanto cominciamo così... Noi vi aspettiamo con gioia.

  • Da domenica 24 settembre sono disponibili in fondo alla chiesa, o in sacrestia, oppure presso le catechiste, i moduli per l'iscrizione al catechismo.

Primi incontri con i genitori

Sempre nel salone parrocchiale, alle 20.30

Lunedì 2 ottobre 1 a , 2 a , 3 a , 4 a e 5 a elementare
Mercoledì 4 " 1 a , 2 a e 3 a media
Lunedì 9 " Cresimandi

 

 Gli incontri si svolgeranno in due tempi: mezz'ora con il parroco e mezz'ora con le catechiste. 

Domenica 15 ottobre 10.30 Santa messa di apertura dell'anno catechistico.
Domenica 13 maggio 10.30 Santa messa di chiusura dell'anno catechistico.
Giovedì 31  " 20.00 Processione con la Madonna e festa parrocchiale.

 

Sacramenti

Domenica 11 marzo 2018 1 a Confessione (h. 15.30)
Sabato 17  "  " S. Cresima (h. 18.00)
Domenica 15 aprile  " 1 a Comunione (h. 10.30)

Carissimi genitori,

mi ha fatto piacere in questi giorni che diverse mamme siano venute o abbiano telefonato per sapere quando comincia il catechismo. Credo abbiano capito quanto sia importante il  catechismo!

Ai ragazzi dico che non posso innamorarmi di una persona se non la conosco. Così è per Gesù. Non posso innamorarmi, amarlo, se non lo conosco. E il catechismo serve proprio a questo.

1. Torniamo a pregare!

(Udienza generale - 26 agosto 2015)

Lo spirito della preghiera riconsegna il tempo a Dio, esce dalla ossessione di una vita alla quale manca sempre il tempo, ritrova la pace delle cose necessarie, e scopre la gioia di doni inaspettati. [...] La preghiera sgorga dall'ascolto di Gesù, dalla lettura del Vangelo. Non dimenticatevi, tutti i giorni di leggere un passo del Vangelo. La preghiera sgorga dalla confidenza con la Parola di Dio. C'è questa confidenza nella nostra famiglia? Abbiamo in casa il Vangelo? Lo apriamo qualche volta per leggerlo assieme? Lo meditiamo recitando il Rosario? Il Vangelo letto e meditato in famiglia è come un pane buono che nutre il cuore di tutti. E alla mattina e alla sera, e quando ci mettiamo a tavola, impariamo a dire assieme una preghiera, con molta semplicità: è Gesù che viene tra noi. [...] Ma tu mamma, papà, insegna al bambino a pregare, a fare il segno della croce: questo è un compito bello delle mamme e dei papà!

Nella preghiera della famiglia, nei suoi momenti forti e nei suoi passaggi difficili, siamo affidati gli uni agli altri, perché ognuno di noi in famiglia sia custodito dall'amore di Dio.

2. Torniamo ad educare!

(Udienza generale - 20 maggio 2015)

Ma, soprattutto, la domanda: come educare? [...]

Intellettuali "critici" di ogni genere hanno zittito i genitori in mille modi, per difendere le giovani generazioni dai danni [...] dell'educazione familiare. La famiglia è stata accusata, tra l'altro, di autoritarismo, di favoritismo, di conformismo, di repressione affettiva che genera conflitti.

Di fatto, si è aperta una frattura tra famiglia e società, tra famiglia e scuola, il patto educativo oggi si è rotto; e così, l'alleanza educativa della società con la famiglia è entrata in crisi perché è stata minata la fiducia reciproca. [...]

[...] Cerchiamo di capire "dove" i figli veramente sono nel loro cammino? Dov'è realmente la loro anima, lo sappiamo? E soprattutto: [...] siamo convinti che essi, in realtà, non aspettano altro?

Le comunità cristiane sono chiamate ad offrire sostegno alla missione educativa delle famiglie, e lo fanno anzitutto con la luce della Parola di Dio. [...]

[...] È ora che i padri e le madri ritornino dal loro esilio [...] e riassumano pienamente il loro ruolo educativo. Speriamo che il Signore dia ai genitori questa grazia: di non autoesiliarsi nell'educazione dei figli. E questo soltanto lo può fare l'amore, la tenerezza e la pazienza.

3. Restituiamo importanza alla famiglia!

(Udienza generale - 2 settembre 2015)

Se ridaremo protagonismo [...] alla famiglia che ascolta la parola di Dio e la mette
in pratica, diventeremo come il vino buono delle nozze di Cana [...]!

In effetti, l'alleanza della famiglia con Dio è chiamata oggi a contrastare la desertificazione comunitaria della città moderna. Ma le nostre città sono diventate desertificate per mancanza d'amore, per mancanza di sorriso. Tanti divertimenti, tante cose per perdere tempo, per far ridere, ma l'amore manca. Il sorriso di una famiglia è capace di vincere questa desertificazione delle nostre città. E questa è la vittoria dell'amore della famiglia. Nessuna ingegneria economica e politica è in grado di sostituire questo apporto delle famiglie. Il progetto di Babele edifica grattacieli senza vita. Lo Spirito di Dio, invece, fa fiorire i deserti (cfr Is 32, 15). [...]

Iscrizioni entro Pasqua a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Programma

Venerdì 8 maggio 2015

06.00     Partenza per Venaria

12.00     Pranzo in ristorante a Venaria

13.30     Partenza per Torino

14.00     Visita al SerMiG

16.30     Visita al Cottolengo

19.00      Partenza per Moncalieri

              Hotel Tulip Inn Turin South ***

20.00      Cena e pernottamento

Sabato 9 maggio 2015

06.00     Risveglio e colazione

06.45     Partenza per Torino

07.15     Arrivo in Viale dei Partigiani

07.45     Visita alla Sacra Sindone

              Duomo: Tomba beato P. G. Frassati

              Tempo libero

10.00      Visita Santuario Maria Ausiliatrice

12.00      Partenza per Colle don Bosco

13.00      Pranzo ristorante Mamma Margherita

14.30      Tempio di don Bosco

15.00      Casa natale di S. Giovanni Bosco

16.00      Mondonio: casa Natale di S. D. Savio

17.00      Partenza per casa

23.00      Rientro a casa

Note Tecniche

Viaggeremo con un pullman Tomasella.

Il costo complessivo del pellegrinaggio è stabilito in € 175, con un minimo di 45 partecipanti. Supplemento camera singola € 22.

Comprende il viaggio in pullman GT, l'assicurazione medico / bagaglio e le varie visite. Sistemazione in hotel ***, tutti i pasti dal pranzo del primo giorno al pranzo del secondo, ¼ di vino e ½ di acqua minerale per persona a pasto. Tassa di soggiorno.

La quota non comprende eventuali altri ingressi.

Per serietà di impegno, l'iscrizione è valida se accompagnata da una caparra di € 50

Il programma potrebbe subire qualche modifica.

Ci prepareremo con un incontro in parrocchia prima di partire, e durante il viaggio in pullman.

Iscrizioni entro Pasqua a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

> Leggi: Il senso del pellegrinaggio

Ogni Domenica noi facciamo il nostro pellegrinaggio, forse breve geograficamente, ma di enorme significato spirituale, quando usciamo dalle nostre case, deponiamo le nostre occupazioni feriali, respingiamo la tentazione di essere padroni del nostro tempo e di risolvere tutto con i nostri mezzi e ci mettiamo in cammino verso la chiesa, per fare esodo insieme ed incontrare il Signore morto e risorto.

         Ma altri pellegrinaggi possono aiutare la nostra fede.

         L'ostensione della Sacra Sindone è un evento che ci aiuta a riflettere sulla passione, morte e risurrezione di Gesù, associandola alla passione degli uomini del nostro tempo, che in tante parti del mondo subiscono guerra, fame, schiavitù, persecuzione; ma considerandola anche nel vicino, dove tanti patiscono nel loro corpo e nel loro spirito. Basta pensare alle malattie, alla solitudine, alla depressione, allo scoraggiamento, alle cadute di speranza; a non sentirsi importanti e realizzati, ma insignificanti e frustrati... La passione di Gesù diventa un antidoto e un aiuto a portare le nostre croci.

         Anche il pellegrinaggio sui luoghi di San Giovanni Bosco può aiutare la nostra fede. Proprio quest'anno ricordiamo la sua nascita avvenuta duecento anni fa'. Don Bosco resta un modello per tutti. Oggi cerchiamo modelli nel mondo dello sport o dello spettacolo, della scienza e dell'economia, ma, quanto a fede, siamo orfani. Guardare a don Bosco, a Domenico Savio, a Pier Giorgio Frassati e ad altri fa bene. Fa bene al cuore e all'anima.

         Vi auguro di poter cogliere questa occasione. Lo auguro soprattutto ai giovani e alle giovani famiglie!

         Con affetto

> Leggi: Programma e note tecniche